“In missione per conto di Fonzie” – Intervista a Marco Boaretto dei Fonzarelli’s

 

Nati dalla passione per gli anni ’50 e in particolare per i Beatles, sono “in missione per conto di Fonzie” per trascinare ballerini e non solo nel vortice del Rock’n’Roll, del Boogie Woogie, del Surf e Rockabilly. Stiamo parlando dei Fonzarelli’s, conosciamoli meglio con Marco Boaretto, chitarrista solista della band.

Swing Fever Ciao Marco, è un piacere fare la tua conoscenza e quella di tutta la band. Dopo un’estate ricca di concerti e di eventi, siete ancora carichi per far scatenare tutti anche con il freddo e con la pioggia?

Marco – Certo, siamo carichi come sempre, abbiamo tanti progetti in atto!

Swing Fever – Prima di iniziare ad entrare nel vivo della vostra “filosofia musicale”, raccontateci di voi, di come e quando è nato il gruppo e come si compone.

Marco Il gruppo nasce formalmente nell’aprile 2016 con la formazione attuale, ma bisogna tornare indietro di qualche mese per capire meglio la sua genesi! Verso l’autunno dell’anno precedente infatti Beppe Basile e Giorgio che già si conoscevano decidono (nuovamente) di formare una band! Subito trovano Simone Pizzola alla batteria e dopo  nell’aprile 2016 mi aggiungo io, Marco Boaretto, alla chitarra solista per completare definitivamente la formazione!

Dopo qualche mese di prove serrate a fine settembre dello stesso anno si comincia con i concerti con una doppia data sold out in due giorni! E da lì non ci siamo più fermati!

Come ultima novità, ad ottobre 2019 c’è stato un avvicendamento alla chitarra ritmica, con Luigi Basile, che ha sostituito Giorgio.

Swing FeverInutile chiedervi del nome della band…chi non conosce il mitico “Fonzie”! Siamo però curiosi di sapere cos’è che più vi attrae della magia degli anni ’50, gli anni di musicisti che ci sono rimasti nel cuore per la loro energia e il loro spirito rivoluzionario, dei magici “Happy Days” e di intramontabili simboli di rinascita come le pin-up, il bikini, le giacche di pelle

Marco Ovviamente noi prendiamo il nome dal nostro “papà” spirituale, e ci rifacciamo allo spirito goliardico e positivo di quegli anni, di voglia di ricostruzione dopo anni difficili! La musica di quegli anni è una scarica di adrenalina incontrollabile, i balli acrobatici poi sono incredibili! E poi i vestiti, le giacche di pelle, le gonne larghe a pois, le macchine! Cosa si può volere di più? Per noi è l’età dell’oro!

Swing Fever – Rock’n’roll, Boogie Woogie, Surf e Rockabilly quindi sono il vostro mondo, ed è anche il mondo in cui catapultate tutti i vostri fan ad ogni concerto. Ma sappiamo che avete una passione: i favolosi e mitici Beatles!

MarcoAhhhhh, i Beatles! E come potrebbe essere altrimenti! Loro sono cresciuti con il rock’n’roll anni ’50, e lo hanno riproposto a modo loro, per evolversi poi in quello che sono diventati nei ‘60! Miti assoluti della musica!

 

 

Swing Fever Marco, dove possiamo venire ad ascoltarvi e, ovviamente, a sfoderare tutto il nostro repertorio da ballerini di swing?

Marco Per conoscere le nostre date future vi consigliamo di passare dalla nostra pagina Facebook e mettere il “mi piace”, così verrete sempre aggiornati sui nostri concerti!

Swing Fever Progetti futuri?

Marco Siamo impegnati su vari fronti in questo momento, in poche parole stiamo lavorando per mettere online a breve il nostro sito internet, siamo in sala registrazione per concludere un nuovo cd di cover, e stiamo lavorando a due videoclip! Ovviamente non tralasciando il lavoro su nuove canzoni da proporre nei prossimi concerti! Insomma, stiamo lavorando per far divertire sempre di più la gente che viene a ballare o sentirci ai nostri concerti!

Swing Fever Grazie mille Marco, a te e a tutta la band! A prestissimo per scatenarci con voi su qualche pista!

 

 

A cura della redazione di Swing Fever.

 

Share This