Non Solo Ballo – Intervista a Paola Bruno

Non Solo Ballo – Intervista a Paola Bruno

Dopo la pausa estiva riprendiamo con la nostra rubrica di nostre interviste. Oggi parliamo con Paola Bruno della scuola Nonsolocharleston di Milano.

Swingfever.it – Buongiorno Paola! Sei fondatrice e insegnante della scuola di ballo Nonsolocharleston di Milano; come sta andando la presentazione dei nuovi corsi 2017/2018?

Paola – Siamo  in piena “Swing Fever” e  il lindy hop è il ballo più richiesto…

Swingfever.it – Abbiamo visionato il video Il Galateo del Ballo. 10 buone maniere: com’è nato il progetto della scuola?

Paola – L’idea è che lo “Swing” diventi parte di noi stessi e del nostro tempo; oltre che un modo di essere una strada per creare cultura.

Swingfever.it  – Rispetta gli altri ballerini” è una delle frasi più sentite in social dance

Paola – Sì, certo, come le parole “empatia” e “comunicazione”. Fanno parte della cultura del jazz, dove la comunicazione con l’altro è fondamentale, e da qui il rispetto.

Swingfever.it  – Molti ballerini alle prime armi e studenti si avvicinano al mondo swing anche grazie a Swingfever.it: quale “buona maniera” consiglieresti di rispettare ai “beginners” che seguono il nostro portale e perché?

Paola – Beh io direi: “sorridi”. Lo so che all’inizio non è facile, ci si sente come dire “gasati e impacciati” al tempo stesso. Ma il sorriso denota disponibilità e questo, senza manie di protagonismo, significa molto.

Swingfever.it  – Abbiamo notato che nel video sono inseriti sottotitoli in inglese e il progetto ha un respiro internazionale; avete avuto feedback sul video anche da parte di ballerini stranieri?

Paola – Non saprei, spero di sì. Spero che anche grazie a voi il video giri.

Swingfever.it – Un altro video realizzato dalla scuola e molto interessante è Evoluzione delle danze Swing: i due video fanno parte di un unico progetto?

Paola – Sì perché divertirsi con “garbo” significa anche rispettare le mille evoluzioni e contaminazioni del melting pot culturale di fine Ottocento, senza discriminazioni, nel rispetto di tutte le culture.

Swingfever.it  – Nel video cambiano gli stili, le musiche ma anche gli abiti e il trucco. E’ importante lo stile nel ballo sociale?

Paola – Certo, è un dress code, un linguaggio, oltre che un revival storico, riconoscendosi in un’unica passione che è il ballo sociale.

Swingfever.it – Complimenti per il progetto, Paola; e grazie per il contributo che entrambi i video danno a ballerini e amanti del mondo Swing; ci sono altri progetti in vista?

Paola Sì! Tantissimi, ma prima di tutti il libro scritto da me che verrà pubblicato da Gremese nel 2018; il mio personale contributo per la crescita di quello che molti di noi considerano la loro seconda famiglia.

Swingfever.it – Ottimo! In bocca al lupo per il libro e a presto!

A cura della redazione di Swingfever.it.

Per informazioni sul progetto: Nonsolocharleston

 

 

 

 

 

 

 

 

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Pin It on Pinterest

Share This